Origini del Wing Chun

ORIGINI DEL WING CHUN

Contatti :

e-mail :

linquanyuan2@gmail.com

 

facebook :

Giovanni Maiolo

 

oppure

 

linquanyuan

( gruppo chiuso riservato ai praticanti )

 

 

 

ORIGINI DEL WING CHUN

 

PARTE I

 

Dalle radici dei stili dei Cinque Animali, del Fut Gar, della Gru di Fujian dell'Emei e di altri stili praticati all’interno del monastero di Fujian ha preso vita l’embrione del sistema Wing Chun.

Ci sono molte versioni e leggende sulle sue origini, ma alla luce delle ultime ricerche la più accreditata risulta essere la seguente: dopo la chiusura del tempio Shaolin di Fujian, nel finire del 1600, alcuni personaggi fuggirono e si nascosero come attori all’interno dell’organizzazione del teatro dell’opera di Guandong. La compagnia era itinerante e si spostava lungo i fiumi a bordo di imbarcazioni chiamate giunche. Tra i rifugiati vi era il monaco Chi Zin che divenne il pupillo di Hung Suen Men responsabile della Giunca Rossa e membro della società segreta Hung Men. Durante la permanenza nel tempio, Chi Zin aveva lavorato insieme ad altri monaci alla elaborazione di un sistema di combattimento che poteva essere insegnato in breve tempo e che potesse mettere chiunque in grado di combattere contro altri praticanti di arti marziali ( come le guardie imperiali o le spie governative ). All’interno del monastero c’era una sala di pratica chiamata Weng Chun Dim ovvero la grande sala dell’eterna primavera dove veniva praticato lo stile Weng Chun Kuen ( pugno dell’eterna primavera ) che divenne uno dei più quotati stili dello Shaolin del sud. Esso prese ispirazione dai principi del Buddhismo Chan evidenziando nella sua pratica l’applicazione di esercizi di Chi Kung. Lo stile era basato sui concetti di tempo, spazio, energia e gravità.

Anche un altro stile prese vita all’interno di questo monastero Shaolin del Sud e anch’esso fu profondamente collegato al proliferare delle società segrete anti governo Manchu, il suo nome era Hung Fa Yi Wing Chun Kuen ovvero pugno della lodevole primavera. Esso venne sviluppato all’interno di una sala di pratica chiamata Wing Chun Tong . Basato anch’esso essenzialmente sui concetti di spazio, tempo ed energia non si discostava molto dalle radici del Weng Chun. Fu però l’applicazione del principio dell’economia dei movimenti che , a posteriori, creò la differenza sostanziale con il Weng Chun. Ad oggi sono ancora considerati come stili fratelli, accreditando al Hung Fa Yi il merito di aver gettato le basi del moderno Wing Chun ed al Chi Sim Weng Chun le basi dello stile Hung Gar.

 

 

PARTE II

 

I monaci Shaolin del sud lavorarono per sviluppare stili e metodi di addestramento per aiutare i rivoluzionari sostenitori della dinastia Ming a riconquistare il potere detenuto dalla dinastia Manchu. Uno di questi fu Chu Ming , alias Chiu Yuen, proveniente dal monastero Shaolin del Nord. Egli era uno dei sopravvissuti della famiglia reale Ming e trovò inizialmente rifugio all’interno del monastero. Chu Ming apprese tutto quello che poté sulle arti marziali Shaolin e lavorò nell’ombra per fomentare ogni forma di attività anti Manchu scatenando così la reazione del’esercito Qing che attaccò il monastero incendiandolo.

Da Jung è la seconda principale figura di monaco rivoluzionario, conosciuto con il suo pseudonimo, poiché non è stato ancora possibile scoprire la sua vera identità. Prima del suo arrivo al monastero Shaolin del Sud egli era un ufficiale dell’esercito Ming nel nord del paese. Egli si spostò al sud quando la dinastia Ming fu deposta dai Manchu. Il suo arrivo segnò una tappa molto importante nello sviluppo delle arti marziali cinesi perché permise la fusione dei sistemi Shaolin del Nord con quelli del Sud. Da Jung viene per questo ancora chiamato Joi Si ovvero Capo Scuola.

Durante la sua permanenza al sud creò la società segreta Hung Moon al fine di destabilizzare l’esercito Qing e di creare collegamento tra i vari gruppi di rivoluzionari sparsi nel paese quali l’Hung Fa Wui ( società del fiore rosso ) e, sull’isola di Formosa, la società Tien Dei Wui ( società del cielo e della terra ) creata dal generale Cheng Sing Kung ultimo sopravvissuto della dinastia Ming. Egli si insediò a Formosa nel 1662 dove continuò la sua opera di ribelle fino ai primi anni el 1700 quando, durante il regno dell’imperatore K’ang Hsi ,il suo quartier generale fu attaccato e distrutto dalle guardie imperiali. Dopo che fu distrutto anche il monastero Shaolin del Sud, i sopravvissuti di entrambi le società segrete, Hung Fa Wui e Tien Dei Wui, continuarono la loro opera integrandosi in altre società segrete quali le Triadi ( tre armonie ), la Gua Lo Wui ( società dei fratelli incappucciati ) e la Dai Doe Wui ( società della grande spada ).

 

PARTE III

 

Altre due importanti figure, inerenti lo sviluppo del Wing Chun, dopo l’intervento delle guardie imperiali Manchu, sono stati due monaci Siu Lam , Yi Chum alias Yat Chum Dai Si monaco della 22° generazione e Gran Maestro di Siu Lam e il suo discepolo Cheung Ng, alias Cheung Hin . Cheung Ng era originario dell’Hubei e lavorò come cantante nell’Opera di Pechino eccellendo sia in musica che in recitazione. Egli era, inoltre, insuperabile per abilità nello stile Siu Lam anche se non è chiaro se lo fosse nello stile tradizionale o che la sua fama fosse riferita in gran parte alla sua abilità di combattente da strada. Si crede che egli discendesse dalla famiglia Handbuck che era nota per aver fornito generazioni di militari al servizio dei Ming. Di certo è appurato che la famiglia Ng fu perseguitata dal regime Manchu, ed a causa di questo, Cheung entrò nel monastero Shaolin del Nord. Durante la sua permanenza , Cheung venne a conoscenza che al sud si studiava lo stile Hung Fa Yi e fu così che decise di trasferirsi nel monastero Shaolin del Sud. Giuntovi iniziò a studiare lo stile sotto la direzione del Gran Maestro Yat Chum Dai Si ponendo poi le basi del “ moderno “ Wing Chun.

 

 

PARTE IV

 

A seguito della distruzione del monastero Shaolin del Sud, Cheung Ng fuggì nella provincia del Guangdong dove, successivamente, diede vita alla compagnia teatrale della Giunca Rossa. La compagnia era composta da persone esperte nella ginnastica e nel Kung Fu, tutte con l’intento di rovesciare la dinastia Manchu. Il loro status di attori gli permise di assumere diversi nomi d’arte che servirono, a posteriori, a rendere difficoltoso, se non impossibile, la loro identificazione da parte delle guardie imperiali. Quando Cheung Ng fondò la compagnia teatrale, assunse il nome di Tan Sao Ng ( chiaro riferimento alla sua conoscenza del Wing Chun ).Dopo aver consolidato l’associazione della società del Bellissimo Fiore ( precursore della società della Giunca Rossa ) e dopo aver trasmesso il sistema Wing Chun agli appartenenti alla società segreta, Cheung Ng scomparve agli occhi del mondo. Egli si nascose per dieci anni presso dei suoi lontani parenti, la famiglia Chahn di Fuk Gin. Durante la sua permanenza insegnò l’Hung Fa Yi Wing Chun agli appartenenti alla famiglia che preservarono, in segreto, il sistema per quattro generazioni. Tra le persone appartenenti all’ultima generazione ci fu Hung Gan Biu che fu giustiziato dall’esercito Qing in quanto appartenente alla società segreta del Cielo e della Terra.

 

PARTE V

 

Ai tempi della società del Teatro della Giunca Rossa, ci furono essenzialmente due persone che portarono avanti lo studio del Chim Sim Weng Chun, Wong Wah Bou fu il primo , Sum Kam

( Kam faccia macchiata , a causa di un vistoso angioma sul volto ) il secondo. Sum Kam addestrò Fung Siu Ching ( seconda generazione ) il quale passò il sistema a tre diverse famiglie: i Dung, i Lo ed i Tang. Fuori dall’ambito della società segreta, la famiglia Tang praticò il sistema nel monastero di Ching Yuen Fei Loih. Tang Bun fu la prima generazione, Tang Jauh la seconda e Tang Seun la terza. Successivamente, Tang Seun lavorando insieme ad Fung Siu Chin riusci nella riunificazione delle due interpretazione dello stile.

Concludendo, entrambi i sistemi Weng Chun e Wing Chun provengono dal monastero Shaolin del Sud, ma da differenti gruppi di lavoro: entrambi condividono le stesse radici e tradizioni Chan ma il Wing Chun si differenziò ponendo le sue basi sulla formula Sap Ming Dim .

Nel tempo il Wing Chun si espanse lungo la costa e lungo i fiumi del sud – est della Cina, cosa che permise al sistema di essere messo alla prova e di evolversi in modo di risultare sempre più pratico.